Remo Ruffini

Presidente e Amministratore Delegato
Moncler

Remo Ruffini è il Presidente e Amministratore Delegato di Moncler S.p.A. Vive con la famiglia tra Milano
e Como, sua città d’origine, dove è nato il 27 agosto 1961. Temperamento sportivo, si divide tra il mare e
la vela d’estate, lo sci e la montagna d’inverno. Nel 2003 Ruffini rileva Moncler, storico marchio francoitaliano
specializzato nella produzione di duvet, di cui intraprende un vasto rilancio internazionale.
Straordinaria reinvenzione di un brand che, grazie alla lungimirante visione imprenditoriale e creativa
di Ruffini, dopo solo un decennio, nel 2013, è stato quotato in borsa sulla Piazza di Milano.

La formazione professionale di Remo Ruffini si sviluppa fra Italia e Stati Uniti, dove egli entra
nell’azienda del padre, la Gianfranco Ruffini ltd. Rientrato in Italia nel 1984, giovanissimo fonda la New
England, specializzata in camiceria maschile, di cui ben presto allarga la proposta a una linea completa
di sportswear e nel 1993 alla collezione donna.

Dal 2003 il progetto di Remo Ruffini coincide totalmente con Moncler. Proclive alle sfide e dotato di
una visione globale, Ruffini segna la sua impronta nel brand di Monestier-de-Clermont con una strategia
integrata, che combina il lato prettamente imprenditoriale e di mercato a una poliforme sensibilità
creativa in continuo superamento. Dati fondamentali di quest’ ottica, sono la forza della comunicazione
e il prodotto, nelle linee estetiche e in un’innovativa ricerca tecnologica.

L’intuizione di Ruffini si focalizza sull’idea del “piumino globale”, versatile e perfetto per tutte le
occasioni. Un approccio rivoluzionario che ha decretato il successo internazionale di Moncler. Il piumino
passa dunque dalla montagna a una caratura metropolitana senza negare il suo imprinting. Urban
attitude che convive armonicamente con una forte vocazione tecnica e sportiva, che nel 2010 si traduce
nell’ideazione di una collezione specifica che porta il nome di Moncler Grenoble. Un percorso che ha
ripensato la storicità del marchio, recuperando salde radici sportive e incentivando l’aspetto tecnico e
di performance, accostando l’heritage ai nuovi codici di una contemporaneità estetica affacciata sul
futuro. Un ventaglio di talenti ha applicato la propria vena creativa nell’identificare inedite e differenti
interpretazioni del tema duvet.

Con Moncler Gamme Rouge, varata nel 2006 e oggi disegnata da Giambattista Valli, prende forma
l’Haute Couture del piumino, mentre Thom Browne, dal 2009 con Moncler Gamme Bleu, esplora le
possibilità di confronto con le regole del tailoring maschile intrecciandole con le radici sportive del
marchio.

Remo Ruffini ha aperto, da precursore, la strada a numerose vibranti collaborazioni. Un ambito
appassionante e ricco di suggestioni ed esiti espressivi i più diversi e lontani, che ha ridefinito e
ampliato il concetto stesso di duvet. Guardando con decisione allo sperimentalismo e ai linguaggi delle
nuove generazioni, a partire dal 2004 Remo Ruffini con Moncler ha collaborato con tanti designer
internazionali. Si va da Balenciaga e Junya Watanabe, a Chitose Abe per Sacai, fino a Mary Katrantzou
e Alexandre Mattiussi per Ami.

L’universo Moncler di Remo Ruffini non si limita al fashion, ma si estende anche ad esempio, alla
musica grazie al rapporto con Pharrell Williams e alla fotografia con Fabien Baron e con personalità
quali Annie Leibovitz, autrice di ormai iconiche campagne pubblicitarie. Anche gli show Moncler sono
diventati appuntamenti attesi, imperniati su una visionarietà semantica sempre formidabile e narrativa.

Il 24 Ottobre 2017, Remo Ruffini ha ricevuto a New York il premio di Best Performing Company,
Large Cap di Women's Wear Daily.

Il 9 Novembre 2017 Remo Ruffini ha ricevuto a Milano il premio di "Imprenditore dell'Anno 2017" in
occasione della XXI edizione del Premio EY per l'imprenditoria italiana. Il prestigioso riconoscimento,
promosso da EY, è riservato agli imprenditori che hanno saputo creare valore con spirito innovativo e
visione strategica, contribuendo alla crescita dell'economia italiana.

Il 20 Febbraio 2018, Moncler presenta a Milano il progetto Moncler Genius, risultato della visione di
Remo Ruffini che dà inizio ad un inedito capitolo del brand in cui approcci creativi diversi, e quindi
collezioni, definiscono la nuova dialettica del marchio, nell’era digitale, in costante dialogo con il
consumatore.