> RELATORI / Luigi Pio Scordamaglia

Luigi Pio Scordamaglia

Presidente Federalimentare

 
Scordamaglia, 50 anni, sposato con due figli, vanta un’importante e consolidata esperienza presso aziende ed istituzioni del settore alimentare, in particolare, nel comparto delle carni. Dal 2006 è Amministratore Delegato di Inalca Spa, Gruppo Cremonini, Società leader in Europa nelle carni bovine e presente in 40 Paesi, con 4000 dipendenti e 1,6 miliardi di fatturato. Dal 1995, ha maturato una prolungata esperienza professionale in Assocarni, prima come Direttore e Segretario Generale, quindi assumendo la carica di Vice Presidente. Tra il 1994 e il 1995 Scordamaglia è stato Amministratore delegato di “Intercarne Qualità” ed è Presidente di “Quinto Valore”, società operante nel settore delle pelli. Già membro del Consiglio Direttivo dal giugno 2014, è attualmente Vice Presidente dell’IMS – International Meat Secretariat, associazione che riunisce le più importanti organizzazioni del settore della carne in tutto il mondo. Laureato in Medicina Veterinaria nel 1990 presso l’Università di Perugia, ha svolto attività didattica e di ricerca per poi conseguire master in materia di controllo di gestione e finanza aziendale. In seno a Federalimentare, come Consigliere Incaricato, Scordamaglia ha largamente contribuito alle linee politiche della Federazione, a tutela dell’Industria alimentare italiana, in sede nazionale ed estera, su tematiche strategiche come agricoltura, internazionalizzazione e ambiente. E’ Consigliere di Amministrazione dell'agenzia per la promozione all' estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (ex ICE). È stato inoltre Consigliere del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per le politiche agroindustriali con i Ministri Gianni Alemanno, Paolo De Castro e Luca Zaia.

Il cibo italiano al top nella classifica mondiale per bilancia commerciale

Dai vini dell’Oltrepò Pavese agli agrumi di Sicilia, la mappa…

Friuli VG, l’innovazione tecnologica nel vitivinicolo si fa in rete

di Barbara GanzCrescono le reti d’impresa e portano l’innovazione…

Boom del gelato made in Italy all’estero. Al Salone di Rimini attesi 175mila operatori

di Natascia Ronchetti - In Italia non è immune alla crisi dei consumi,…