Alessandro Annibali

CEO
New Factor

Laurea con lode in Economia e Commercio conseguita nel 1981 c/o l’Università degli studi di Bologna con tesi sugli “Standard qualitativi dei prodotti agro-alimentari come fattore della loro promozione”. Dopo la laurea per 4 anni mi sono dedicato al mondo della comunicazione e dell’immagine negli USA ( California e New York ) lavorando con fotografi di fama internazionale e seguendo campagne pubblicitarie su riviste come Vogue, AD, Domus e altre. Rientrato in Italia nel 1985 sono entrato nelle attività di famiglia legate alla selezione e vendita di semi da prato con un anno di stage a Roma presso lo studio di intermediazione cerealicola Poggioli e Associati e un anno presso la società del papà Iliano Italsementi. A seguito di una acquisizione di famiglia sono stato chiamato nel 1987 a dirigere per 3 anni il Grand Hotel di Rimini. Nel 1990 sono entrato in New Factor prima come direttore marketing poi come CFO ed oggi come presidente, sviluppandone il fatturato dai 7 miliardi di lire del ’90 ai 50 milioni previsti per il 2018. Socio di maggioranza di New Factor sono anche proprietario unico della Azienda Agricola San Martino che ha dato vita nel 1997 ad un progetto innovativo per la Nocicoltura da frutta con tecniche agronomiche avanzate sviluppate dal prof. Ramos presso l’Università di Davis in California. La San Martino oggi vanta 80 ettari di proprietà interamente impiantati a noceto nelle 3 varietà Chandler, Howard e Lara oltre a 170 ettari co-gestiti assieme ad altri 9 agricoltori entrati nel progetto di Filiera In-Noce, tutti della regione Emilia Romagna di cui una parte facenti parte della cooperativa Agrintesa. New Factor, capofila del progetto, commercializza l’intera produzione della filiera col proprio marchio Mister Nut Noci di Romagna in confezioni da 125 gr per il prodotto sgusciato mentre quelle in guscio in confezioni da 500gr, in sacchi da 5kg per i MOF e in sacchi da 10 kg per la vendita sfusa in GDO. In una seconda azienda agricola sempre di proprietà, dal 2004 mi sto dedicando allo sviluppo di un progetto enologico con una piccola vigna poli clonale e poli varietale da cui scaturiscono 5 vini internazionali commercializzati col brand Tenuta Villa Rovere con 20.000 bottiglie di produzione annua. La scelta di vitigni internazionali e non autoctoni è sicuramente una scelta coraggiosa e contro corrente. Sono sposato con Amalia e ho un figlio di 22 anni di nome Tito che sta iniziando ad occuparsi delle aziende agricole sia sul progetto Noci che sul progetto Vini. 
I miei hobby sono la barca a vela, sci e golf.